L'atleta paralimpico Simone Manigrasso si prepara ai Mondiali di Londra con Urban Fitness

UrbanFitness_SimoneManigrasso_3

E’ ormai iniziato il conto alla rovescia per i Campionati mondiali di atletica leggera paralimpica che si disputeranno a Londra dal 14 al 23 luglio. Tra gli sportivi che gareggeranno per conquistare il titolo di campione del mondo c’è anche Simone Manigrasso che recentemente ha firmato il nuovo record italiano dei 100mt T44.UrbanFitness_SimoneManigrasso_1Quella di Simone, oggi 26enne, è una storia di forza di volontà, di impegno, di passione. L’amore per lo sport, Simone, ce l’ha nel sangue, da sempre: era bambino quando ha iniziato a giocare a calcio, ma, nel corso degli anni, ha praticato anche sci e pallavolo.

Nel 2013, però, la sua vita viene stravolta: Simone viene coinvolto in un gravissimo incidente in moto, a seguito del quale perde la gamba sinistra. Ma, dopo un periodo buio, con la sua grinta e determinazione e grazie all’incontro con il coach Marco La Rosa – che da subito intuisce le sue potenzialità – per Simone comincia una nuova avventura.

A partire da febbraio 2016 inizia ad allenarsi con Marco e i risultati arrivano in men che non si dica, tanto che il 28 gennaio 2017 realizza sui 60mt il nuovo record italiano paralimpico con soli 7″59.

Il 29 aprile 2017 a Savona, al Meeting Internazionale IPC – (Campionati Regionali Universitari FIDAL), si conferma come più veloce atleta paralimpico della storia italiana, firmando il nuovo record dei 100mt con 11”46. Nello stesso pomeriggio, all’esordio sui 400mt, sfodera un ottimo 55″10 che lo porta addirittura a conquistare il 3° posto a livello mondiale.
I successi proseguono, fino alla consacrazione con i nuovi Record Italiani dei 100mt e 200mt T44.

Ora, dopo i Campionati Regionali Lombardi del 24 e 25 giugno 2017 sui 200 e 400mt, il vero prossimo traguardo si chiama Londra: Campionati Mondiali Paralimpici e, per affrontarlo al meglio, il campione ha scelto l’aiuto di Urban Fitness.

“Questo tipo di allenamento è ottimale per atleti come Simone poiché consente un lavoro paritetico sui due arti: un lavoro non realizzabile con metodi tradizionali, ma assolutamente fondamentale per consentire uno sviluppo equilibrato della muscolatura e garantire anche un adeguato controllo della protesi.”

– spiega il coach La Rosa –
UrbanFitness_SimoneManigrasso_7

“Inoltre, abbiamo riscontrato un miglioramento davvero incredibile nella velocità della capacità contrattile del muscolo”.

Già dopo la prima seduta Simone ha sperimentato come l’allenamento Urban Fitness abbia una marcia in più:

“Ho immediatamente percepito che il muscolo riesce a lavorare in profondità, reclutando quelle fibre che con i tradizionali allenamenti in palestra non riesco a reclutare. Questo per me è particolarmente importante perché, con gli esercizi canonici, riesco a far lavorare solo per un 70% la gamba su cui porto la protesi. Grazie all’abbinamento di esercizi isometrici con tecnologia EMS sono invece riuscito, in soli 20 minuti, a far lavorare la mia gamba sinistra tanto quanto la destra”.

La grande sfida di Londra è ormai vicina e Urban Fitness accompagnerà il campione verso questo nuova, importante meta!