Camillo Kaborè: con Urban Fitness mi preparo a dare il massimo

UrbanFitness-Kabore6

“L’incontro con Urban Fitness è avvenuto al Rimini Wellness; io sono sempre propenso a sperimentare cose nuove e quindi ho deciso di provarlo”.
A parlare è Camillo Kaborè, giovane atleta della società C.S. Carabinieri Sez. Atletica, che più volte ha conquistato il titolo di Campione d’Italia nel salto in lungo ed è stato anche finalista a livello europeo nella categoria Under 23, nel 2013.

UrbanFitness-Kabore4A Camillo, che abbiamo incontrato nel Centro Urban Fitness di Varese in via Carrobbio, sono bastati pochi minuti per comprendere le potenzialità del metodo Urban.

Spiega infatti: “Dal momento che mancavano pochi giorni alla gara e non volevamo rischiare di sovraccaricare, la mia prima sessione di prova con Urban Fitness è durata solo 12 minuti anziché 20 come di consueto.
Questi pochi minuti sono stati sufficienti per farmi capire quanto sia efficace il lavoro che viene svolto con questo metodo di allenamento: il giorno seguente ho avvertito quell’indolenzimento che provo solitamente dopo un allenamento molto più lungo!UrbanFitness-Kabore5

Con Urban Fitness si ottiene, in poco tempo, una sollecitazione del muscolo davvero in profondità e si può svolgere un esercizio altamente personalizzato poiché l’intensità dello stimolo può variare su ciascun distretto muscolare in base alle necessità specifiche del soggetto. Inoltre, la presenza del personal trainer dedicato è fondamentale: sono professionisti molto preparati e specializzati, capaci di consigliare il tipo di allenamento più adatto a ciascuno”.

E, nello specifico, Camillo come ritiene di poter integrare il proprio allenamento con Urban Fitness? E’ presto detto:

“Credo che per il tipo di sport che pratico io sia ottimale abbinare al mio allenamento tradizionale il metodo Urban Fitness soprattutto nei mesi che precedono le gare, in modo da lavorare su tutto il corpo in maniera specifica e arrivare così, alla stagione delle gare, con una muscolatura adeguatamente potenziata e allenata.”